Prezzi dei Pannelli Solari il trend per il futuro

La discesa dei prezzi dei pannelli solari è iniziata circa 10 anni fa, con l’avvio del primo conto energia. Anche per il futuro il costo dei moduli fotovoltaici continuerà a ridursi, facendoci avvicinare sempre di più alla grid parity, ovvero stesso prezzo tra un kilowatt di energia prodotto con fotovoltaico ed 1 kilowatt acquistato dal gestore elettrico.

L’abbassamento è dovuto sicuramente all’ incremento di domanda di pannelli solari fotovoltaici registrato non solo in Italia ma anche negli altri paesi europei che come noi godevano di incentivi fiscali come Spagna, Germania, Francia, ma un altro fattore importante è la discesa in campo di produttori di pannelli fotovoltaici a basso costo. Ci riferiamo alle marche cinesi. Suntech, Yingli, Solarworld, Trina sono alcuni dei brand del Sol Levante che ormai controllano una buona fetta della produzione di moduli fotovoltaici mondiali. E i concorrenti europei, giapponesi ed americani oltre che a lamentarsi della concorrenza sleale non possono far altro che abbassare il listino per essere competitivi. Tutto ciò ha generato una corsa all’abbassamento dei prezzi che da una parte ha accorciato i profitti per i produttori, ma dall’ altra ha agevolato la diffusione dei pannelli.

Prezzi dei pannelli solari fotovoltaici il trend:
i più cari rimangono i Sunpower, sono statunitensi e possiamo tranquillamente metterli sul gradino più alto della classifica per affidabilità e performance. La serie E20 garantisce un efficienza del 20,4%, nessun pannello arriva a questa cifra. Il prezzo ovviamente è di conseguenza maggiore, stiamo sui 1,1-1,3 euro per watt, il che significa che il pannelo e20/333 o e20/327 costa circa 400 euro iva inclusa.

Subito dopo i Sunpower ci sono i giapponesi di Panasonic, che hanno acquistato le tecnologie di Sanyo. La serie Hit è molto performante con un’efficienza del 17,7% per un prezzo di circa 1,2 euro per watt. I nuovi moduli HIT andranno ad affiancare gli N245 ed N285 della serie HIT. Prodotto in Malesia, il nuovo moduloo ha un’efficienza del 19,7% e una potenza
erogata di 330 watt. Il modulo è dotato di 96 celle e produce circa il 27% di potenza di picco in più rispetto ai moduli multicristallini tradizionali da 260 watt

Dietro molto buoni sono i moduli fotovoltaici Sharp, Kyocera, Schott, Abb, Mitsubishi, Solarworld, Lg, ma anche gli italiani Solsonica, Elital ed Helios, i prezzi in questo caso oscillano attualmente tra 1 e 1.1 euro.

Nel gradino più basso, quelli che sono i pannelli fotovoltaici economici, troviamo come detto i cinesi. Quindi Suntech, Sunworld, Trina, Yingli, Solapark, Recsolar che possono raggiungere un prezzo oscillante tra 0,7 e 0,9 euro per watt. In quest’ultimo caso quindi un impianto da 3kwp, per i soli moduli fotovoltaici, costerebbe tra i 3000 ed i 3500 euro. Ovviamente tutte le marche sopracitate hanno la certificazione Iso necessaria per poter godere degli incentivi italiani del conto energia (attualmente terminato).

Ricordiamo che è necessario acquistare anche un Inverter, prezzo di 0,4-0,5 euro per watt ad esempio il Sunnyboy della Sma, cavi, contatori e staffe di montaggio per realizzare un  impianto fotovoltaico completo.

Se ti piace Condividi...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
(Visited 340 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *