Impianto Fotovoltaico da 3Kw quanto Costa e quanto Può Produrre

Quella da 3 Kwp è la dimensione maggiormente venduta di un impianto fotovoltaico. Perchè proprio questo taglio è considerato il piú indicativo nella pubblicità e nei preventivi? Questo valore viene preso a riferimento perchè al tempo del Conto Energia, il sistema governativo di incentivi per la produzione da fotovoltaico, la remunerazione massima era prevista per impianti fotovoltaici con potenza compresa tra 1 e 3 Kw. Da allora è rimasto come punto di paragone per installatori e acquirenti, ma alla fine possiamo anche montare un sistema da 2,5 o 3,4 Kw, l’importante è tararlo sulle proprie esigenze, nel prosieguo dell’ articolo ne capiremo il perchè.

Il prezzo di un pannelli fotovoltaici da 3 Kw

se non avete seguito il mercato dell’energie rinnovabili sappiate che i prezzi dei moduli fotovoltaici si sono abbassati tantissimo negli ultimi anni e anche per il 2017 il trend è il medesimo. E’ vero che la sbornia dovuta agli incentivi è finita ed almeno in Italia il mercato si è stabilizzato, ma mediamente si è arrivati a poco meno di 1 euro per watt. Parliamo solo di moduli. Per realizzare un impianto fotovoltaico abbiamo bisogno di inverter, trasforma la corrente prodotta da continua ad alternata, staffe di fissaggio, cavi, contatori, progettazione ed installazione. Si arriva ad un prezzo compreso tra 5000 e 6000 euro. L’oscillazione dipende dalla marca di pannelli solari scelta.

grafico_prezzo_pv

Un modulo piú costoso, oltre a garantire maggiore affidabilità, permette di produrre piú energia elettrica. Al momento dell’ acquisto bisogna tenere conto dell’ efficienza che nei modelli medi si attesta sul 15%, su quelli ad alto rendimento arriva al 20%.

Quanto spazio occupa un impianto da 3 Kw

Per ogni kilowatt ci vogliono almeno 7-8 mq, quindi moltiplichiamo questo valore per tre ed arriviamo a 25 mq circa. I moduli devono essere esposti a sud, con la giusta inclinazione rispetto al sole. Montandoli fissa, l’installatore troverà l’orientamento corretto per sfruttare al massimo l’insolazione, il cui picco è tra le 12 e le 14 del giorno. Il top sarebbe montare i pannelli su un inseguitore solare che si muove seguendo la stella piú luminosa, avremo un rendimento maggiore, ma anche costi piú elevati.

produzione_fotovoltaico_italia

Quanta corrente si può produrre

anche in questo caso il valore dipende dal luogo in cui è montato l’impianto. Date un’occhiata alla mappa qui sopra si riferisce alla produzione media che si è avuta tra 2004 e 2010. Tenendoci un po’ piú bassi possiamo aspettarci al Nord una produzione di 3800 Kw l’anno con un impianto da 3 Kwp, di 4000 al centro e di 4500 al sud Italia. Calcolando che 1 kilowatt di energia elettrica costa mediamente 15 centesimi di euro, possiamo avere una produzione elettrica di 600 euro l’anno (per 4000 Kw).

Importanza del dimensionamento

ora che il Conto Energia è terminato, la convenienza dell’ installazione di un impianto fotovoltaico arriva dall’ autoconsumo, ovvero bisogna dimensionarlo in base a quello che la famiglia consuma nell’anno. Prendete le bollette dell’ anno scorso e calcolate , facendo la somma, quale è stato il vostro consumo. Presumibilmente una famiglia di 4 persone sta sotto i 4000 Kw per cui 4 Kwp vanno bene.

Durante il giorno consumiamo quello che produciamo con i pannelli e l’eccedenza, la reimmettiamo in rete. Il gestore elettrico la rivende a terzi e ci fa maturare un credito che potremo spendere per acquistare l’energia durante la notte. Questo sistema si chiama scambio sul posto. Inoltre per tutto il 2015 possiamo avere diritto alle detrazioni del 50% per 10 anni sull’ acquisto di un impianto fotovoltaico con potenza inferiore a 20 Kwp.

Se ti piace Condividi...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
(Visited 999 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *