Quale Marca Scegliere per il proprio Impianto Fotovoltaico

La tecnologia che sta dietro un pannello fotovoltaico, senza entrare nei dettagli del funzionamento, è abbastanza semplice. Nel corso degli anni non è molto progredita, anzi, possiamo dire che le piccole celle solari che erano presenti nelle calcolatrici di 20 anni fa sono realizzate allo stesso modo di quelle che ritroviamo nei pannelli dei nostri impianti. C’è quindi differenza tra una marca e l’altra di pannelli solari? Quale scegliere, quale prodotto comprare e a che prezzo. Cerchiamo di fare chiarezza.

E’ vero, qui non si tratta di scegliere tra una Mercedes ed una Fiat, prodotti che possono differenziarsi tantissimo, ad esempio nell’ elettronica, nella carrozzeria, nel motore. Nel settore fotovoltaico, tra una marca e l’altra, la differenza tecnologica è minima, parliamo dei moduli a silicio cristallino, è l’efficienza del modulo quella che dobbiamo tenere d’occhio (a volte lo chiamano rendimento).
Diamo uno sguardo alla foto qui sotto. Si tratta del datasheet di un pannello solare della Trina (marca cinese). I valori cerchiati in rosso sono quelli da prendere come riferimento. Più alto è questo valore maggiore sarà il rendimento del modulo e quindi più energia elettrica è in grado di produrre.

efficienza modulo trina solar

I valori di un modulo a silicio cristallino sono solitamente compresi tra il 13 ed il 21%. Quelli dei pannelli a thin film invece tra l’8% ed il 13%, sono meno performanti ma costano di meno e si adattano a superficie curvi perchè molto sottili e flessibili.

Abbiamo quindi capito che a parità di prezzo è meglio scegliere un pannelli che ha l’efficienza più alta. Solitamente più è alta la potenza di un modulo, maggiore sarà la sua efficienza. Questo lo potete evincere anche dalla foto dello stesso modulo che, nella versione a 260 watt, ha un valore del 15,9%, in quella a 265 W del 16,2% e a 270 del 16,5%. Meglio poi i monocristallini rispetto ai policristallini.

La marca di pannelli fotovoltaici più performante, se prendiamo a riferimento solo la quantità di energia solare che sono in grado di trasformare in energia elettrica , la famosa efficienza, è Sunpower insieme a Panasonic (ex Sanyo). Date un’occhiata al datasheet qui sotto:

pannellialtaefficienza

A sinistra abbiamo il modulo dell’americana Sunpower, a destra quello dei giapponesi di Panasonic. Come vedete si sfiora il 20%. Per arrivare a questi livelli Panasonic a inventato i moduli Hit con un rivestimento di pellicola thin film mentre Sunpower ha costruito le celle dei pannelli Maxeon su una base in rame in modo di aumentarne le prestazioni.

E’ chiaro che questi tipi di moduli costano di più rispetto agli altri. Stiamo parlando di un prezzo medio di circa 1,4-1,5 euro per watt al consumatore finale.

L’efficienza però non deve essere solo l’unico fattore da considerare nell’ acquisto di una marca. C’è anche la garanzia. Quasi tutti offrono 10 anni su difetti del prodotto e 20 anni sull’ 80% della potenza. Ovvero dicono che dopo 20 anni i pannelli sono in grado di garantire l’80% di efficienza. Producono di meno ma producono.

Altre considerazioni: d’estate i pannelli fotovoltaici sono sottoposti ad altissime temperature che possono far degradare le loro prestazioni. Pensiamo ad una giornata di pieno sole a luglio o agosto. I pannelli arrivano a toccare anche i 50-55 gradi. Con queste temperature le efficienze si abbassano. Un buon pannello è in grado di ben gestire questa tolleranza. In questo caso bisogna purtroppo testare i pannelli sul campo, ovvero ve ne accorgete una volta che misurate la corrente elettrica che state producendo tramite i contatori dell’ impianto.

I Pannelli Fotovoltaici più efficienti, i Sunpower

Insieme ai pannelli Sanyo-Panasonic quelli della Sunpower si contendono la palma dei moduli fotovoltaici più efficienti al mondo, con il rendimento maggiore. Ovviamente anche i prezzi sono più alti rispetto ai competitor, ma il costo è giustificato dalla produzione di energia elettrica ovviamente superiore.

Sunpower ha in catalogo la serie E20 che, come indica il numero, arriva ad offrire rendimenti oltre il 20 percento (i prodotti medi bassi, come quelli cinesi offrono ritorni del 13-14%). Le prestazioni indicate sulla carta ovviamente non danno garanzia di produzione di energia elettrica in maniera proporzionale, ma su Sunpower difficilmente ci si sbaglia.pannelli solari sunpower

La nuova serie E20 presentata dall’ azienda statunitense è prodotta in Europa, in Polonia, i consumatori potranno così godere dei premi alle tariffe incentivanti del Conto Energia del 10% per i prodotti made in UE.
Gli E20 sono costruiti con la tecnologia a celle Maxeon di brevetto Sunpower con i collegamenti grid realizzati alle spalle della cella stessa per sfruttare più spazio davanti. Non necessitano più ora della messa a terra positiva che aveva destato qualche problema sulle installazioni e le polarizzazioni delle celle (vedi nei vari forum sul fotovoltaico sulla questione problematiche Sunpower). Nelle schede delle caratteristiche tecniche si vede come i moduli da 333 watt raggiungano un’efficienza del 22,9% mentre quelli da 327w del 22,5%.

Sunpower ha anche moduli della serie E18 (efficienze del 18%) e della serie E19 (efficienze del 19%).

La garanzia del produttore è di 25 anni sul modulo e sull’ efficienza, superiore ai 20 anni dati dagli altri produttori, ma il problema è nel caso di un fallimento. Sulla carta sono sì 25 anni, ma se l’azienda dovesse chiudere chi si occuperebbe della garanzia? La questione non è stata sollevata a caso, Sunpower ha attraversato un periodo di grande turbolenza e ancora oggi, non naviga in buone acque.Le sue quotazioni (Nasdaq) sono passate da 133 dollari agli attuali 5 e ha rischiato la bancarotta (leggi articolo di Bloomberg) che non c’è stata grazie al salvataggio della Total che ha acquistato il 66 per cento delle azioni dell’azienda americana.

Prezzi moduli Sunpower: più alti della media. In Italia superano i 2 euro per watt, in Germania si acquistano per 1,5-1,7 euro per watt, mentre se si ordinano direttamente in Cina, il prezzo scende alla soglia di 1 euro per watt.

 

Prezzi dei Pannelli Fotovoltaici Kyocera

I pannelli fotovoltaici Kyocera si pongono al top, o quasi, di questo tipo di prodotti. Un gradino più i basso dei super performanti Sanyo e sei Sunpower hanno un prezzo medio interessante. Secondo EcoBusiness il costo per watt è di 1,87 watt pari ad una spesa di 450 dollari (360 euro con il dollaro a 1,25, in Italia costano almeno 100 euro in più) per un modulo da 240 watt.

Si tratta di pannelli fotovoltaici made in Japan, ma che vengono prodotti anche in una fabbrica europea in Repubblica Ceca, in modo che gli utenti possano godere del premio del 10% sugli incentivi per moduli fotovoltaici made in Europe.prezzi pannelli kyocera

L’efficienza dei moduli è buona anche se non altissima (non raggiunge il 18-20% dei pannelli ad alto rendimento Sunpower e Sanyo), arriva al 16%. La serie P, è quella più utilizzata negli impianti domestici con potenze comprese tra 140 e 250 watt (il massimo per un’ efficienza in quest’ultimo caso del 15,1%) e con il modulo più grande da 320 watt il Kd320GH con efficienza del 14,5%.

La serie Y in silicio policristallino ha moduli da 220,240 e 245 con efficienze del 14,8% e garanzia del prodotto di 10 anni sul 90% del rendimento e di 20 anni sull’80%.

I moduli Kc Mini invece sono pannelli con potenze molto limitate per usi in situazioni di emergenza in posti remoti, per alimentare computer, luci elettriche, casette con pochi requisiti energetici. Potenze dei moduli da 16,21 e 32 watt.

Non vengono più prodotti ma potrebbero essere rintracciabili come scorte di magazzino di molti negozi i moduli della serie KD.

Pannelli Fotovoltaici Helios, prezzi e consigli

Helios è una società del gruppo Kerself, realtà italiana nella produzione di pannelli fotovoltaici. La società è leader in Italia nella produzione di moduli con silicio cristallino insieme a Solsonica ed Elital. Chi è alla ricerca quindi di pannelli solari italiani, di buona qualità, con un prezzo medio-basso può tranquillamente optare per l’azienda veneta.
I prezzi dei moduli Helios non sono ovviamente paragonabili ai pannelli fotovoltaici a basso costo, quelli cinesi, e dal lato opposto non raggiungono i picchi di quelli ad alta efficienza come Sanyo o Sunpower. Attualmente il prezzo oscilla tra 1,3 ed 1,6 euro per watt. Quindi un modulo da 250 watt si acquista per meno di 400 euro.pannelli italiani

L’efficienza dei moduli Helios è compresa tra il 13% fino ad arrivare ad un massimo del 17,30%, vediamo in dettaglio i prodotti presenti nel listino.

H3A225-250P: in questa famiglia i moduli a silicio policristallino hanno potenza compresa tra 225 e 250 watt. Buona la tolleranza dichiarata nella scheda tecnica, che è solo positiva, quindi oscilla tra 0 e + 5%. L’efficienza va dal 13,77% di quello a 225 watt (un po’ bassa forse) al 15,30% di quello a 250 watt. Buona la garanzia, più alta dei concorrenti, 15 anni sul prodotto e 30 anni sull’ 80% della resa in potenza.

I3A214-235P: interessante questo modulo che è un ibrido. Si tratta di un pannelli fotovoltaico + solare. Produce, oltre ad energia elettrica, anche quella tipica dei pannelli solari termici per la produzione di acqua calda. Mediante un collegamento idraulico con uno scambiatore termico e un gruppo di accumulo per l’acqua calda, il sistema ibrido del pannello consentirà di preriscaldare l’acqua in mandata alla caldaia di casa o direttamente a docce.

H3A240-260M: moduli monocristallini. A catalogo i modelli hanno potenza compresa tra 240 e 260 watt, fino a raggiungere un’efficienza del 15,9%. Garanzia di 15 anni sul prodotto e, anche in questo caso, di 30 anni sull’80% della potenza.

Con i pannelli Helios è possibile ricevere il premio del 10% sugli incentivi fotovoltaico perchè il 60% dei componenti è made in Europa.

Pannelli Fotovoltaici Solari a Basso Costo

Negli ultimi 5 anni abbiamo assistito in Italia e nel resto del mondo ad un vero e proprio boom del settore fotovoltaico. Grazie agli incentivi e messi in campo dai governi di molti paesi Europei come Italia, Francia, Germania, Spagna i prezzi dei pannelli solari fotovoltaici si sono abbassati in maniera drastica. Il crollo è stato vertiginoso tanto che oggi un impianto per la produzione di energia elettrica si sta avvicinando alla grid parity, ovvero il costo per produrre un kilowatt di corrente con l’energia rinnovabile è uguale a quello che spendiamo per acquistarlo dal gestore elettrico.

pannelli solari a basso costo

I pannelli fotovoltaici a basso costo sono quelli più richiesti perchè permettono di installare un impianto sul tetto della propria casa senza grandi sforzi economici permettendo allo stesso tempo l’accesso agli incentivi del conto energia, giunto con l’aggiornamento di maggio 2011 alla quarta edizione e successivamente terminato nel luglio 2013 con l’esaurimento dei 6,7 miliardi del quinto conto energia.

I moduli fotovoltaici economici sono ovviamente di marca cinese che, nonostante i dazi imposti dalla comunità europea riescono ad essere competitivi. Purtoppo per i produttori europei, statunitensi e giapponesi la concorrenza è imbattibile. Manodopera più bassa, costo dell’ energia elettrica per la produzione delle celle estremamente minore fanno sì che i pannelli low cost cinesi primeggino in questo settore.

Le marche dei pannelli low cost cinesi sono tante: il più grosso produttore è Yingli Solar che ha una sede produttiva anche in Europa, in Germania, a Monaco di Baviera. Questo gli permette di far sì che i suoi moduli fotovoltaici possano godere del premio del 10% agli incentivi italiani perchè il 60% dei componenti è prodotto in Europa. Il pannello fotovoltaico a basso costo Panda da 260 watt di Yingli viene venduto a circa 220 EURO per un efficienza dichiarata del 15,9%.

Anche Suntech è una altro grande produttore cinese di pannelli fotovoltaici a basso costo con uffici anche in Italia ad Agrate Brianza. Il suo modulo policristallino SUNTECH da 295 Watt costa circa 330 euro per un prezzo al kilowatt di 1,11 euro. Garanzia di 25 anni sull’80% della resa del modulo.

Trina Solar è un altro gigante cinese. I suo moduli fotovoltaici hanno la certificazione ISO9001 e ISO14001. Questo è il catalogo dei pannelli solari Trina: http://www.trinasolar.com/it/product/Mo_Honey.html

Hanwha: altro gigante cinese produttore di moduli fotovoltaici. La serie HSL 72S policristallina da 72 celle ha un’efficienza di tutto rispetto da 16,1% per il modulo da 315 watt.

Altro grande produttore di pannelli solari fotovoltaici a basso costo è Jinko Solar: produce moduli sia mono che policristallini. Qui : http://www.jinkosolar.com/download.html?lan=it c’è la scheda tecnica dei suoi prodotto.

Non ci sono solo i produttori cinesi per i pannelli fotovoltaici low cost ma anche i coreani di Hyundai e, anche se il prezzo è leggermente superiore, gli italiani di Solsonica ed Eni.